TEST BIA AKERN

Il primo passo per poter creare un programma di allenamento personalizzato è quello di avere una conoscenza oggettiva della propria composizione corporea.

Tra tutti i metodi disponibili per avere una valutazione complessiva del nostro stato di forma, quello della valutazione bioimpedenziometrica (BIA) risulta il più veloce e semplice, ma allo stesso preciso ed affidabile.
L’errore più comune nella determinazione del proprio stato di forma, è quello di attribuire ad esso un solo parametro, generalmente il numero che ci dice la nostra bilancia.
Il peso indicato da essa però non ci fornisce informazioni sulla quantità di massa grassa e massa muscolare che abbiamo, né ci indica se siamo ben idratati o se per contro siamo in una condizione di disidratazione o ritenzione
idrica.

Grazie alla BIA, potremo d’ora in poi avere informazioni su tutti questi aspetti, per poi capire in modo oggettivo ed analitico, da che cosa è composto il nostro corpo e come queste componenti cambiano nel tempo, grazie alle strategie di allenamento ed alimentazione adottate. Si tratta di un test veloce e non invasivo, che sfrutta il passaggio di una corrente elettrica alternata a bassa intensità (impercettibile ed indolore) tramite il posizionamento di 4 elettrodi per misurare la resistenza e la reattanza del nostro corpo.

Grazie al successivo inserimento di questi dati in un software in nostra dotazione, verranno estrapolati una serie di dati, tra i quali:
– massa cellulare corporea: la parte metabolicamente attiva e viva dell’organismo, ovvero il motore del corpo umano, in cui avvengono i principali processi metabolici
– massa magra: comprende la nostra massa muscolare, ma anche tutto ciò che non è grasso corporeo, ovvero lo scheletro, i fluidi e la pelle;
– massa grassa: tutto ciò che nel nostro corpo è formato da acidi grassi; ovvero le nostre scorte energetiche. Sebbene una certa quantità di essa sia necessaria per adempiere a funzioni fisiologiche ed ormonali, è importante che questo accumulo non oltrepassi i limiti fisiologici;
– acqua totale: rappresenta il principale componente del nostro organismo. un parametro di fondamentale importanza per valutare il nostro stato di idratazione, dal quale dipende il nostro stato di salute e la qualità della nostra performance nelle attività fisiche;
– acqua extracellulare: ovvero i fluidi all’esterno delle cellule, meglio conosciuta come “ritenzione idrica”.
– metabolismo basale: il nostro dispendio energetico a riposo, ovvero l’energia necessaria per le funzioni metaboliche vitali (respirazione, circolazione sanguigna, digestione, attività del sistema nervoso, ecc.).

Grazie a questi dati, siamo ora in grado di identificare il reale stato della composizione corporea all’inizio di un percorso di allenamento, non limitandoci al solo peso corporeo ma valutando in maniera precisa la quantità e qualità di liquidi, cellule e grasso, dei quali il nostro corpo è composto.

La stesura di un piano di allenamento al fine del raggiungimento di determinati obiettivi deve essere personalizzata, in quanto ogni persona è unica nel suo genere, nelle sue abitudini e nel suo stile di vita. Una persona che vuole aumentare di massa muscolare, avrà bisogno di stimoli di allenamento diversi da una persona che vuole dimagrire, e allo stesso tempo, una persona che vuole dimagrire, avrà bisogno di stimoli di allenamento diversi da una persona che invece presenta ritenzione idrica in eccesso.
Lo staff della sala attrezzi ti aspetta per prenotare la tua BIA “ Akern” ( la migliore sul mercato, quella utilizzati nei presidi ospedalieri) e grazie a questi dati in nostro possesso, sarà possibile adottare strategie mirate di allenamento personalizzate per migliorare il tuo stato di forma e di composizione corporea.

CHIAMACI PER PRENDERE UN APPUNTAMENTO!

0544 464634

CONTATTACI SUBITO!

5 + 13 =